I News You

giugno 5, 2008

Lettera del Prof. Lucarelli sull’illegalità del Decreto “rifiuti”, per l’emergenza Campana dei rifiuti.

L?intero impianto normativo del decreto-legge sull?emergenza rifiuti in Campania si basa sul presupposto che stati di necessità e situazioni di fatto, quali la gravità del contesto socio-economico-ambientale, i rischi di natura igienico-sanitaria e il mantenimento dell?ordine pubblico, diventino a tutti gli effetti fonte del diritto. Tale assunto è in contrasto con i principi dello Stato democratico che da sempre hanno negato che una situazione di fatto si tramutasse in fonte di diritti ed obblighi.

È sufficiente questo elemento, solo apparentemente formale, per minare alla radice la legittimità del decreto-legge e degli atti che sulla base di esso verranno adottati in violazione del principio di legalità.

Ma adesso alcune riflessioni puntuali, sé è possibile ancora ragionare con calma senza subire strumentalizzazioni.
1. Il ricorso agli impianti di temodistruzione, in contrasto con la normativa interna e comunitaria, assume valenza prioritaria ed escludente nell?ambito del ciclo integrato dei rifiuti. Le altre fasi, incentrate sulla politica delle ?r? (recupero, riciclaggio, riuso, riutilizzo, riparazione) sono del tutto marginalizzate.
2. Sono violate le competenze regionali fissate in Costituzione. Vi è una fuga perenne dal regime ordinario.
3. La militarizzazione di parti del territorio viola principi e valori costituzionalmente garantiti, quali la libertà di circolazione ed il diritto di informazione.
5. Sono introdotte regole e sanzioni penali che di fatto negano il diritto di riunione (art. 17 Cost.) e in senso più ampio le istanze partecipative.
6. Le norme relative alla competenza dell?autorità giudiziaria nei procedimenti penali relativi alla gestione dei rifiuti nella Regione Campania introducono di fatto nel nostro ordinamento, giudici regionalizzati, con funzioni straordinarie, in contrasto con l?art. 102 Cost.
7. Le norme che consentono al termovalorizzatore di Acerra di funzionare in deroga al parere della commissione di VIA e di ?bruciare? qualsiasi tipo di rifiuto sono illegittime ed in contrasto con quanto più volte affermato dalla magistratura e dalle commissioni bicamerali di inchiesta.
8. La previsione di quattro termovalorizzatori scoraggia e vanifica la raccolta differenziata.
9. Le norme relative all?informazione e alla partecipazione dei cittadini sono illegittime e difformi da quanto previsto dalla Convenzione di Arhus: la partecipazione non è una concessione è un diritto.

Il diritto pubblico e il diritto amministrativo contenuti nel decreto assumono una veste penalistica e sanzionatoria, da Stato di polizia, piuttosto che di regolazione dei conflitti sociali e di soluzione delle questioni ambientali e sanitarie.
Dopo il disarmo del diritto pubblico e la neo-feudalizzazione degli spazi pubblici giuridici comincia un percorso inverso, un deja vu autoritario, una vandalizzazione dei principi costituzionali.

Ci si appelli dunque alla Convenzione europea dei diritti dell?uomo, alla Carta europea dei diritti fondamentali, si evidenzino in parlamento le illegittimità, si chieda con voce sostenuta che venga ritirato e non convertito in legge; si attivi la Regione Campania, a difesa e in rappresentanza dei cittadini, ad impugnare dinanzi alla Corte costituzionale il decreto per violazione del principio costituzionale del regime delle competenze.
Alberto Lucarelli

Ordinario di diritto pubblico
Università di Napoli Federico II

Annunci

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: